Grande successo per la campagna lanciata dall’Inter dopo quanto accaduto a San Siro nei confronti di Koulibaly durante il match contro il Napoli. Il vergognoso ululato razzista è stato trasformato nell’acronimo “Brothers Universally United”, ovvero fratelli universalmente uniti.

La campagna nasce sui social con un video pubblicato dall’Inter che vede protagonisti il presidente Steven Zhang, il vice presidente Javier Zanetti, il capitano Mauro Icardi e le ex stelle Luis Figo e Samuel Eto’o; gli interisti recitano lo slogan “Brothers Universally United”, seguito dal claim “Write it, don’t say it” e dall’hashtag finale #NoToDiscrimination.

Il giorno seguente lo Slogan “BUU” ha invaso “prepotentemente” San Siro in occasione del match casalingo contro il Sassuolo. Una gigantesca coreografia dai colori e dallo stile vivace ha ricoperto buona parte degli spalti, contribuendo a creare un clima di festa i cui attori principali sono stati senz’altro gli oltre 11 mila bambini che hanno occupato il primo anello del Meazza.

La società neroazzura è stata abile a sfruttare uno spiacevole episodio a proprio vantaggio, veicolando un messaggio positivo con modalità e tempi impeccabili. La campagna è diventata presto virale ed è stata supportata da tanti club, sportivi, celebrità, tifosi ed addetti ai lavori.

#NoToDiscrimination

Fonte foto: calciomercato.com

Vincenzo Neri

 

Lo "stile Arsenal" anni '90, il rosso dello scudetto di Maradona, il bianco del cielo di Napoli.


Secondo un' indescrizione di Footy Headlines il rapporto tra la Società Sportiva Calcio Napoli e l'attuale Sponsor Tecnico Kappa potrebbe interrompersi prima del previsto: al termine della stagione in corso gli azzurri infatti potrebbero iniziare una collaborazione con Adidas e rescindere dunque il contratto che li lega all'azienda italiana fino all'estate 2020.

Solo rumors, per ora, che però hanno già fatto il giro del web alimentati dall'immagine di un "fantasy kit" che ipotizza il desing delle tre maglie dei partenopei, per la prossima stagione, in caso di "matrimonio" con Adidas.

Sportmovement.it ha intervistato in esclusiva Giuseppe Bua, in arte PMdesign, l'ideatore del "fantasy kit" pubblicato dal sito Footy Headlines.

Giuseppe, grazie per aver accettato la nostra intervista, ci racconti qualcosa di te?

Grazie a voi. Sono un ragazzo 27enne di Adrano, in provincia di Catania, di professione faccio l'agricoltore e per hobby il "kit designer". Disegnare maglie con programmi di grafica oltre ad appassionarmi mi rilassa molto, ragion per cui mi tengo costantemente aggiornato sulle news relative alle maglie dei vari club sportivi e seguo assiduamente Footy Headlines.

Come nasce la collaborazione con Footy Headlines?

Quando il sito ha rilasciato l'indiscrezione sul possibile accordo per la prossima stagione tra Napoli ed Adidas mi sono messo al pc e ho cominciato a creare la prima maglia, poi, preso dall'entusiasmo ho creato anche le altre due. Terminato il lavoro, ho postato l'immagine del kit sulla mia pagina twitter e Footy Headlines l'ha utilizzata, citandomi. Non avrei mai pensato quando ho creato le maglie che avrebbero riscontrato tanto interesse.

 

A cosa ti sei ispirato per la creazione delle maglie?

La prima maglia, con i colori tradizionali del Napoli, è ispirata ad un design anni '90 ripreso da una maglia che indossò l'Arsenal. Nella creazione della maglia bianca ho voluto utilizzare diverse tonalità di bianco ispirandomi al cielo di Napoli ed inserendo alcuni dettagli blu notte/azzurro che richiamano i colori dello stemma dei partenopei. La terza maglia l'ho realizzata applicando degli esagoni in diverse tonalità di rosso in modo da creare delle sfumature. Ho scelto il rosso per ricordare le tante maglie di questo colore indossate dai partenopei tra cui quella dell'anno dello scudetto di Maradona.
Tutte e tre le maglie riportano il logo del Main Sponsor "Lete" senza la tradizionale toppa rossa; mi risulta che molti tifosi del Napoli vorrebbero che la toppa fosse rimossa dalle maglie e ritengo che non sempre si abbini allo stile delle stesse.

Quali sono i tuoi progetti futuri? Ti piacerebbe lavorare nel settore sportivo come kit designer o ruoli simili?

I miei programmi al momento sono quelli di sempre: lavorare per mantenere la mia famiglia, ho una bellissima moglie e due splendidi figli. Poi, se questa mia passione può portarmi a strade che fino a qualche giorno nemmeno immaginavo, ben venga. Sarebbe un sogno per me lavorare nel settore della grafica applicata allo sport, magari per qualche azienda che realizza abbigliamento sportivo e fondere così lavoro e passione.

Grazie Giuseppe, nel farti un grosso in bocca al lupo per i tuoi progetti futuri, invitiamo i lettori a seguire i tuoi canali social:

Twitter:  @Palmroos10
Instagram:  pm_football_design

Fonte foto: twitter

Vincenzo Neri

E’ ai nastri di partenza la “nuova” Serie BKT, che prende il nome dall’azienda indiana specializzata in pneumatici off-higway che sarà Title sponsor del torneo per le prossime tre stagioni.

Poche novità per la stagione 2018/2019 invece sul fronte sponsor tecnico per le 19 squadre che prenderanno parte al torneo: a cambiare casacca sono infatti solo la retrocessa Hellas Verona e la neopromossa Lecce.

I gialloblu lasciano Nike e vestiranno Macron fino al 2023, mentre la dirigenza giallorossa, terminato il quinquennale contratto con Legea, ha deciso di cambiare rotta diventando, con M908, il primo club italiano ad investire in un marchio autoprodotto.

Gli sponsor tecnici più presenti nella prossima stagione del campionato cadetto risultano essere, con tre società, Nike e Legea. Il colosso americano è infatti sponsor di Ascoli, Venezia e Foggia mentre la società campana veste Cosenza, Livorno e Palermo.

Due società a testa e medaglia d’argento per le italiane Frankie Garage Sport (Benevento e Perugia), Givova (Carpi e Salernitana) e Acerbis (Brescia e Spezia).

Tanti poi i brand, oltre i già citati Macron e M908, presenti con un solo club: Kappa (Padova), Boxeur des Rues (Cittadella), Garman (Cremonese), Zeus (Crotone) ed Errea (Pescara).

 

Fonte foto 1: abcformazione.it

Fonte foto 2: centrolacortelombarda.it

 

Vincenzo Neri

Gran successo per la prima dell'F1 Milan Festival, kermesse organizzata da Formula 1® nel suggestivo quartiere dei Navigli con il patrocinio del Comune di Milano e la collaborazione di ACI, iniziata oggi 29 agosto e che si protrarrà fino a sabato 1 settembre.

La produzione creativa ed esecutiva del festival è a cura della società Balich Worldwide Shows, specializzata in intrattenimento dal vivo di larga scala e cerimonie olimpiche mentre sono Media Partner dell'evento Sky Sport, La Gazzetta dello Sport e Virgin Radio.

Nella giornata inaugurale le migliaia di fan presenti hanno potuto assistere ad una corsa dimostrativa attraverso un circuito cittadino creato per l'occasione tra le vie della Darsena a cui hanno preso parte i piloti Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen con le loro Ferrari e la scuderia Alfa Romeo Sauber con i piloti Marcus Ericson e Charles Leclerc; l'esibizione delle monoposto di F1 è stata preceduta da una parata di meravigliose auto storiche.

 

 

L'F1 Milan Festival apre le porte ad un weekand ricco per gli appassionati di motori che culminerà con il Gran Premio d’Italia sul Monza Eni Circuit, conosciuto anche come il "Tempio della Velocità" essendo il circuito più veloce di tutto il calendario.

L'evento inaugurale, commentato dalla voce della Formula 1 Carlo Vanzini, è stato trasmesso in live streaming sulle pagine Facebook e Twitter di Sky Sport F1 oltre che sul sito skysport.it e sul canale Sky Sport F1.

Quello di Milano è il quarto appuntamento per l'F1 Fan Festival dopo Londra nel luglio 2017, Shanghai lo scorso aprile e Marsiglia a giugno; sarà seguito dal Miami Fan Festival il prossimo ottobre 2018.

Nei giorni seguenti sono previsti in Darsena, presso la F1 House, serate a base di musica, dj-set e laser show. 

Fonte foto: sky sport

Vincenzo Neri

Esordio in Serie A Tim da dimenticare per DAZN, il portale per lo sport streaming di proprietà del gruppo Perform al suo debutto nella massima serie italiana ha ricevuto non poche critiche dovute ad uno streaming lento e alle numerose interruzioni del segnale riscontrate dai fruitori del servizio.

In un’intervista rilasciata a “La Gazzetta dello Sport” James Rushton, CEO della società britannica, si è mostrato fiducioso riguardo un sensibile miglioramento del servizio in tempi brevi e si è scusato con gli spettatori per i possibili disagi registrati durante la prima giornata di campionato. 

Se da un lato problematiche di natura tecnica non hanno permesso a DAZN una brillante partenza, dall'altro la società britannica è stata abile a "dirottare" l’attenzione su altre tematiche ufficializzando il suo primo Global Brand Ambassador: Cristiano Ronaldo.

Fonte foto: twitter

E’ stato proprio il campione portoghese, con un tweet, ad ufficializzare la collaborazione che, secondo quanto riportato da tuttomercatoweb, durerà fino al 2021.

CR7 parteciperà dunque ad iniziative e pubblicità del gruppo Perform ed entra a far parte di una già ricca rete di Bran Ambassadors del marchio che comprende, tra gli altri, Maldini, Figo e Shevchenko.

Vincenzo Neri

© 2018 Your Company. All Rights Reserved. Designed By Web-Komp